Gomma naturale NR

 Elastomero

La gomma naturale è anche conosciuta come caucciù. Si tratta di un elastomero (un idrocarburo polimero elastico) che viene originariamente ricavato dal lattice, un colloide lattiginoso prodotto da alcune piante. Questo liquido viene estratto dalle piante effettuando un'incisione sulla corteccia dell'albero e raccogliendo la linfa appiccicosa (lattice), color latte, che viene raffinata fino ad ottenere una gomma lavorabile. La forma purificata della gomma naturale è il poli-isoprene che può essere anche prodotto sinteticamente. La gomma naturale è utilizzata in molte applicazioni, come anche la gomma sintetica. Di solito è molto elastica, flessibile ed estremamente impermeabile.

La gomma naturale viene spesso vulcanizzata, si tratta di un processo in cui la gomma viene riscaldata con l’aggiunta di vari tipi di additivi come zolfo, perossido o bisfenolo per migliorare la resistenza e l'elasticità e per prevenire dal deterioramento. Il nerofumo è spesso usato come additivo per migliorare la resistenza, specialmente nelle gomme usate per produrre pneumatici. Altri usi significativi della gomma naturale riguardano i profili di porte e finestre, tubi per irrigazione, pavimentazioni e guarnizioni per l'industria automobilistica.

Grandi quantità di gomma naturale vengono impiegate come adesivi in molte industrie di produzione e in numerosi prodotti, anche se le due industrie che utilizzano le maggiori quantità di gomma naturale sono quelle della carta e dei tappeti. La gomma è inoltre comunemente utilizzata per realizzare nastri di gomma e gomme da cancellare. Nell’industria aeronautica molte guarnizioni e tubi sono tuttora realizzati in gomma naturale a causa dell'alto costo che si avrebbe con l'utilizzo di sostituti sintetici.