Avvertenze sull’infiammabilità

Informazioni tecniche riguardanti il rischio di incendio

I nastri e le catene Habasit sono realizzati in diversi MATERIALI PLASTICI CHE POSSONO BRUCIARE se esposti a scintille, incendiarie, fiamme libere o fonti di calore eccessivo. MAI esporre nastri e catene in plastica vicino ad una potenziale fonte di accensione. Le fiamme derivanti dalla plastica che brucia possono emettere fumi tossici e gas nonché causare gravi lesioni alle persone e danni alle cose.

Esempi di alcuni RISCHI SPECIFICI DERIVANTI DALL’INCENDIO DI NASTRI MODULARI E CATENE IN PLASTICA includono:

FUMO DENSO: Alcune materie plastiche emettono del fumo denso quando bruciano. Il fumo è dannoso per la salute umana e può causare soffocamento o limitare la visibilità ostacolando l'evacuazione.

FUMI TOSSICI: Alcune materie plastiche emettono fumi e gas tossici quando bruciano, specialmente in ambienti chiusi o carenti di ossigeno. L'esposizione a tali gas può compromettere seriamente la salute umana, provocando perdita di coscienza o morte.

DIFFICOLTÀ DI RILEVAZIONE: Alcune materie plastiche bruciano con una fiamma invisibile che ne rende difficile l'individuazione. Più a lungo un incendio brucia senza essere scoperto e spento, più è probabile che possa divampare divenendo infine incontrollabile o causare lesioni e danni.

POTENZIALE ESTENSIONE DELL’INCENDIO: Nastri trasportatori in movimento che portano oggetti in fiamme, o che sono loro stessi accesi, possono rapidamente propagare l’incendio ad altre zone.

FUSIONE DELLA PLASTICA: I nastri e le catene in plastica possono fondere, colando plastica che brucia su materiali combustili sotto il trasportatore, che può rapidamente far divampare l’incendio.

Esempi di alcuni MODI IN CUI UN NASTRO O CATENA IN PLASTICA PUÒ INNESCARE UN INCENDIO (fonti di accensione) includono:

Introduzione di un PRODOTTO IN FIAMME SU UN NASTRO O CATENA IN PLASTICA. Per esempio, il trasporto dopo un’uscita-forno o un processo ad alta temperatura in cui il materiale trasportato viene trasferito ad un sistema di trasporto munito di nastri o catene in plastica.

Manutenzione o altro lavoro che possa produrre SCINTILLE E ALTRE INCENDIARIE SU UN NASTRO O CATENA IN PLASTICA. Per esempio, la saldatura di una struttura di supporto in prossimità di un trasportatore equipaggiato con nastri o catene in plastica.

PREVENZIONE DEGLI INCENDI IN ZONE VICINO A NASTRI MODULARI E CATENE IN PLASTICA
Sistemi di rilevamento, allarme e spegnimento automatico dell’incendio sono FORTEMENTE RACCOMANDATI in aree vicino a forni o altri processi ad alta temperatura dove i prodotti trasportati potrebbero bruciare o essere sufficientemente caldi per innescare la fiamma su nastri o catene in plastica. È necessario rispettare SEMPRE gli standard imposti dalla National Fire Protection Association (NFPA), così come tutte le norme e le ordinanze locali riguardanti la prevenzione degli incendi.

PARTICOLARE ATTENZIONE DEVE ESSERE RISERVATA alla manutenzione o altri processi che richiedono SALDATURE O SIMILI vicino a trasportatori equipaggiati con nastri e catene in plastica. È necessario che il personale addetto alle saldature e simili sia SEMPRE addestrato adeguatamente, ad esempio rispetto all’uso di sensori ed estintori, così come richiesto dall’ Occupational Safety & Health Administration (OSHA) e dalle altre normative sulla sicurezza. Buona norma è quella di coprire e proteggere tutti i componenti in plastica esposti dalle fiamme, scintille e calore.

MATERIE PLASTICHE RITARDANTI DI FIAMMA
Alcune materie plastiche sono intrinsecamente meno propense a bruciare oppure sono composte con additivi specifici che le rendono appunto meno infiammabili. In diverse applicazioni, dove la possibilità di innesco della fiamma è elevato, l’uso di questi materiali può essere consigliabile. La decisione di utilizzare o meno questi particolari materiali è responsabilità del titolare/operatore del sistema di trasporto. Materiali plastici ritardanti di fiamma, che non alimentano le fiamme o che sono autoestinguenti, sono disponibili. Alcune caratteristiche di questi materiali riguardanti le proprietà di infiammabilità sono descritte di seguito.

CARATTERISTICHE DI INFIAMMABILITÀ PER ALCUNE MATERIE PLASTICHE
Le seguenti proprietà sono basate sui dati disponibili in letteratura e/o osservazioni dirette compiute dal personale Habasit, e vengono fornite quali informazioni di carattere generale. Per alcuni materiali, i moduli dei nastri o delle catene sono stati testati esponendoli a fiamme libere ed i risultati sono riportati sotto. Le prove sono state condotte in un ambiente controllato e di conseguenza le informazioni riportate potrebbero non essere indicative del reale comportamento di questi materiali in caso d’incendio, essendo diverse le circostanze quali: temperatura ambiente, ricircolo d’aria, presenza di altri prodotti costituiti da materiale infiammabile, uso di coloranti o altri additivi nelle materie plastiche, o altre condizioni ambientali o di prodotto.

  • Polietilene: Brucia rapidamente; fumo denso nero e fuligginoso
  • Polipropilene: Brucia rapidamente; fumo denso nero e fuligginoso 
  • Acetal: Brucia rapidamente; fiamma incolore, quasi assenza di fumo, odore caratteristico di formaldeide
  • Nylon: Accensione difficile; fumo fuligginoso, odore pungente
  • FR™: Non alimenta la fiamma; leggero fumo bianco, odore debole. Il materiale ha caratteristiche operative simili al nylon, ma non è approvato FDA per il contatto diretto con gli alimenti
  • Kevalloy®: Non alimenta la fiamma; leggero fumo bianco, odore debole. Il materiale mostra una superiore resistenza alla trazione e alle alte temperature rispetto al nylon